Crippy

Chiedo scusa se in questo spazio a mia disposizione parlerò poco di me, ma voglio dedicarlo a tre persone veramente speciali...
Le prime due mi pare di conoscerle da sempre, e non vi starò a raccontare tutti i particolari di come e quando ci siamo conosciuti (staremmo qui una vita!) la terza ha una sua storia... La prima è la Kikka, l'amica che tutti vorrebbero avere, quella con cui stai ore e ore al telefono a parlare e non sei mai stanca (forse questo è dovuto anche al fatto che io sono un po' logorroica...), che s'arrabbia ma poi ti perdona... Insomma, come la Nutella, sempre un po' speciale (lo so...questa potevo risparmiarmela...)
Poi il Flavio, in chat conosciuto come Flaz, il fratello che non ho mai avuto (per fortuna!) , che ti telefona alle sette di sabato sera dicendoti "Cri, non ho nulla da fare, posso venire a casa tua a vedere Braveheart?", l'uomo delle grasse risate e dei momenti seri (pochi ma significativi :-))...
Ecco, ho provato a descriverveli in poche parole, ma non credo di esserci riuscita... Pensate a quello che ho scritto ed elevatelo a potenza dieci, che forse andrà meglio...
E l'ultimo ma non da meno l'ho conosciuto proprio grazie a cauboi, da quando, le prime volte entravo in chat solo nei momenti vuoti (oh, avevo una fortuna!) o di primo pomeriggio o prima serata, e ovviamente non c'era nessuno... A parte lui!
E così piano piano l'ho conosciuto, e (il mondo è piccolo) ho scoperto che conosceva Flavio perché facevano lo stesso sport... E poi, finalmente arriva il giorno in cui potemmo incontrarci e conoscerci di persona: la Feltrinelli!
Mi ricordo ancora...io e la Kikka, per accaparrarci un posto in prima fila arriviamo in libreria alle 7... Vuoto... Passano dieci minuti ed entra un gruppetto di persone che si affiancano a noi... Erano i cauboi! Ma mi sembravano tutti sopra i vent'anni, quindi non c'ho fatto molto caso...
Così mentre la Kikka cercava di riconoscere i nomi di tutti (evviva, il totocauboi!) io cercavo disperatamente un ragazzo che non avevo mai visto, e che, come me lo immaginavo io, era bruttino e alternativo (chissà come mi era venuta questa idea!)... E con angoscia vedevo la sala che si riempiva sempre di più...
Finché, praticamente alla fine della serata, avevamo capito tutti i nomi tranne quello di un ragazzo che sedeva proprio di fianco a me... Bruno...avrà avuto sui 24 anni... Allora prendendo il coraggio a due mani mi volto e faccio la domanda più idiota che si può "ma voi siete i cauboi?" e lui "si..." e io "e..tu chi sei?" "ma, io sono Widar..." (come avrete sicuramente capito dalla mia storia era proprio lui che cercavo!)
E poi è nata una splendida amicizia, praticamente ogni venerdì mi ritrovo tra i piedi lui e Flavio e ci troviamo a studiare, sono andata a vederli mentre si gasavano a fare i samurai... E quindi questo spazio l'ho voluto dedicare a loro, perché non so cosa sarei se loro non ci fossero... Sicuramente sarei molto ma molto più triste!
Un bacio ragassi! Grazie di esserci!

Grazie anche a voi che mi avete sopportato fino a qui! :-)